Giocare con la neuroimmunologia. Divertirsi apprendendo.

Amiche carissime, carissimi amici,

la tentazione di non fare i CRNI quest’anno è stata fortissima. I Corsi Residenziali di Neuroimmunologia sono, come sapete, un tradizionale evento di formazione patrocinato da AINI. Si tengono da tempo immemorabile e sono sempre stati caratterizzati da argometni di frontiera e da strumenti didattici interattivi “estremi”. Nel corso dei CRNI degli anni passati abbiamo affiancato alle letture frontali giochi di ruolo, teatro, journal club storici, processi, addirittura in trial clinico eseguito in aula, sul momento. Ma quest’anno, dovendolo fare digitale, l’idea di riproporre attività frontale passiva, lezioni online, webinar ci ha trovato totalmente contrari. L’AINI patrocina già tanta eccellente attività online, i nostri journal club con gli autori, ma anche i Neurowebinar del nostro amico Diego Centonze. Ma viste le insistenze, abbiamo fatto, come nel nostro spirito, una sperimentazione estrema. Serious gaming. Giocare seriamente. Se vi chiudessimo in una escape room virtuale da espugnare con le vostre nozioni di neuroimmunologia, ce la fareste a uscire? E in quanto tempo? Nei giorni 1, 8, 15 luglio, dalle 16 alle 18, tre squadre di coraggiosi neuroimmunologi si sfideranno in tre escape-room digitali dopo aver seguito brevissimi (20 min.) webinar. Argomento? Il lato B della Neuroimmunologia! Nostalgia del vinile? Peggio? No! Le cellule B e gli anticorpi monoclonali, strumento e target di terapie in neuroimmunologia. E no, niente, o poco, COVID-19. Forse ci sono ancora posti, se siete interessati a partecipare, ma affrettatevi e seguite le istruzioni sulla brochure.

Scarica il programma –> QUI

Leave a reply